Non riesco ancora ad abituarmi ad avere questo coso attaccato all’anima…

Mi risulta ingombrante , goffo e le parole non vengono mai fuori abbastanza velocemente… vabbé, le solite scuse.

Ho rifiutato la possibilità di sparare con una pistola di grosso calibro in condizioni di estrema alterazione!?!??????? Ma quante volte dovrò impararla questa cazzo di lezione? C’è un numero illimitato di possibilità di riprovare o dopo un certo punto non puoi più dare la patente? E più avanti vai più diventa difficile…

Dovunque si trovi adesso, Hunter S. Thompson non può che pensare male di me

Succede questo ed altro a Petrolia, CA un pugno di case sparso sulla costa tra le contee di Humboldt e Mendocino. La Lost Coast, la “Costa Perduta” della California, tagliata fuori dalla route 101 ed ampiamente “sottosviluppata”; tra l’oceano e la foresta una comunità di gente meravigliosamente bizzarra anche secondo gli standard californiani. Un tentativo di vivere in modo più rispettoso del tutto, prove generali di un nuovo modo di pensare.

Come tutti ormai sapranno, ho attraversato l’oceano; ufficialmente per il matrimonio di Olympia e Ryan e più ufficiosamente per cercare di restarci. Ma come alcuni forse non sanno un viaggio (quando è davvero un viaggio) difficilmente rispetta i programmi che gli vorresti imporre. Può portare in molti posti imprevisti, alcuni meravigliosi, altri bizzarri ed altri ancora decisamente spaventosi, perché se è viaggio davvero, non si ferma mai alla superficie. Scava gallerie nei luoghi più profondi, porta alla luce mostri e pietre preziose e, che ti piaccia o meno, non ti permette di tornare a casa nelle stesse condizioni in cui l’avevi lasciata… Quindi, sì, è vero che sono venuto qui per il matrimonio, è vero anche che se riuscissi a fermarmi più del previsto sarei la persona più felice del mondo, ma alla fine non è questo che conta…

Non è possibile forse dare tutta una serie di cose per scontate? Tutta quella serie di abilità che si suppone ci renda superiori agli altri animali, la nostra capacità di elaborare la realtà (di “essere coscienti” per così dire), il concetto stesso di evoluzione? Tra le luci e le corsie del Supermercato risulta molto più facile dimenticare, scordarsi gli obbiettivi e gli scopi che ci rendono umani e farsi trascinare dal vortice. “Prendi il codino, prendi il codino”

Almeno sforzarsi a collaborare per prendere quel caspita di codino!

Lo ammetto, è fin troppo facile mettersi a filosofeggiare intorno al fuoco, accompagnati dalla musica di un violino mongolo, un banjo e un flauto. Ancor di più quando le proprie sinapsi lampeggiano come un albero di Natale, dolcemente stimolate da idromele e l’inevitabile enteogeno. E cose ancor più strane accadono intorno ai fuochi della contea di Humboldt Può capitare di perdersi in chiacchiere con un perfetto sconosciuto e scoprire che ha abitato nella casa dove hai passato l’estate del 2003, lasciandola giusto due mesi prima del tuo arrivo. Può  anche capitare di sentirsi proporre di andare a sparare con una pistola di grosso calibro, da un altro sconosciuto dallo sguardo spiritato (“It’s a .357 man, it’s really gonna hurt your ears. It’ll be fun!”). E rifiutare.

Hunter Thompson non mi perdonerà mai…

CAVEAT!

Comincio un blog principalmente per il gusto personale di scrivere, ma anche per provare a farlo in modo un po’ più “ordinato” per così dire. L’idea di fondo è scrivere le mie impressioni su quello che incontrerò nei prossimi mesi, mantenendo una certa frequenza  (connessioni internet permettendo, cercherò di fare almeno un aggiornamento alla settimana). Questo significa che chi avrà la pazienza e lo stomaco di seguirlo, dovrà sopportare una certa dose di deliri e filosofeggiamenti opinabili. Devo aggiungere che è passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ho scritto con l’idea di essere letto (per quanto ipotetico il lettore), temo quindi che la maggior parte dei post, almeno inizialmente, saranno molto simili a questo; vale a dire sconnessi ed erratici. Buona digestione!

Annunci

3 risposte a “Non riesco ancora ad abituarmi ad avere questo coso attaccato all’anima…

  1. Grande Matte..il tuo blog va tra i miei preferiti..bellissima l’immagine del banner..;) non ti sei perso..ora ritrovi la via..

    Mi piace

  2. Ti aspetto, alla prossima (s)volta. 🙂 Goditi quel paradiso di PetroliA! Bès

    Mi piace

  3. In bocca al lupo Matte.
    Ti seguirò con lo stesso leggero sorriso sulle labbra che mi si è sempre disegnato sul viso quando parlavo con te.
    Che il tuo viaggio sia la tua vera meta.
    A presto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...