Questo coso attaccato all’anima continua a darmi dei problemi…

Più o meno un anno fa, mentre mi preparavo ad attraversare l’Atlantico nella direzione sbagliata, salutavo così l’esiguo pubblico di Lost in the Supermarket:

Quindi chiudiamo qui, finita la commedia; salutiamo chi ha resistito fino in fondo, cala il sipario, è ora di mettere le sedie sui tavoli e spazzare il pavimento. Buonanotte e buona fortuna a tutti.

Se c’è una cosa che ho fatto per bene negli ultimi mesi (almeno per quel che riguarda il blog) è stato non mantenere le promesse…

Così sono tornato sul luogo del delitto, mi son pianto un po’ addosso e con l’inizio dell’anno nuovo mi sono abbandonato a dichiarazioni compromettenti.  Considerato che nella pagina di presentazione mi prefissavo il seguente obbiettivo:

… pubblicare in maniera costante, a un ritmo di minimo tre post alla settimana.

e considerato che da Aprile ho pubblicato dodici articoli (tre per lamentare la mia incapacità di produrre e UNO SOLO da giugno ad oggi) possiamo dire che l’obbiettivo è stato clamorosamente mancato.
Alessandro Cavagna, se ancora non l’hai fatto, puoi cominciare a godere.

Dicevo anche: “ho riscoperto il gusto per scrivere e mi dà sempre più gioia farlo”. Quasi vero, ma è anche vero che se scrivere fosse davvero un piacere dovrebbe essere  spontaneo e NECESSARIO semplicemente farlo. Ogni volta che ho qualcosa per la testa, non solo quando tenerla dentro rischia di scassarmi le budella

You're a wussy and a wimp, loser!

"I'm sick and tired of your whining, get out of my face!"

Immagino che a questo punto sarete più stanchi voi di leggere le mie giustificazioni di quanto non lo sia io di scriverle. E vi assicuro che lo sono PARECCHIO!
Avendo già abbondantemente sviscerato la questione qui, non mi sembra proprio il caso di continuare a menare il can per l’aia. Non mi concentro, non esprimo, ci provo e mi deprimo. Son storto, ho i tubi otturati, vedetela un po’ come vi pare.
Mi sembra più onesto (per me e per tutti quanti) inchiodare le assi a porte e finestre e rimettere quelle benedette sedie sui tavoli; perché un blog è come uno squalo, se non va da nessuna parte, prima o poi muore.

D’altra parte…

… credo che la ragione principale per cui abbiamo dei limiti è perché possiamo superarli, o almeno provarci, se no tanto vale chiudersi in un loculo.

Il genere di loculo da cui si riemerge con nuove prospettive gastronomiche...

Ha ragione da vendere SarahSilke quando mi suggerisce di scantarmi. Non esattamente in questi termini perché è una ragazza gentile, ma in sostanza è quello che dovrei fare.

Così ho preso la seguente decisione: Lost in the Supermarket viene sospeso a tempo indeterminato (per un mese? Per un anno? Per sempre? Boh?).
Quello che vorrei provare a fare è aumentare la frequenza di pubblicazione e ridurre il numero di parole per articolo. Intendo farlo qui, dove solitamente  butto via il mio tempo pubblicando immagini di gorilla in armatura e video dei Powerglove.


Che, per chi non lo sapesse, sono il più grande gruppo di sempre.

Per garantire l’aumento di frequenza, temo che sarò costretto a non discriminare gli argomenti. Che tradotto significa che passerò la maggior parte del tempo a farmi quelle che in gergo tecnico vengono definite “seghe mentali”.
Se tutto dovesse andare come previsto, l’esercizio quotidiano (o quasi) mi permetterà di ottenere presto una fluidità di scrittura sufficiente a tornare qui e riprendere il discorso dove l’avevo interrotto.

... e prometto che la prima cosa che farò al mio ritorno, sarà parlarvi di Jnfernal!

Per il momento saluto di nuovo l’esiguo pubblico, in particolare quelle tre/quattro donne comprensive e i cinque benemeriti che si sono iscritti agli aggiornamenti email.
Ci si vede (??) su Pencil Neck Geek.
Tony Marmalado over and out.

Annunci

2 risposte a “Questo coso attaccato all’anima continua a darmi dei problemi…

  1. We want more, we want more!

    Mi piace

  2. tranquillo matte, ti aspettiamo.
    meme

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...